L’alzaia

naviglio-pavese-459x345.jpgPercorrendo in macchina la statale da Binasco a Certosa vedo con la coda dell’occhio un’oggetto in movimento: è un’auto che corre parallela, oltre il naviglio. Io ho dei limiti da rispettare, ci sono i lavori e più avanti un’autovelox che mi aspetta. Lui non sembra curarsene. Corre sull’alzaia sicuramente oltre gli 80 km/h. E non è la prima volta che mi capita. Anche più a sud, fra Certosa e Borgarello, pedalando nella porzione di alzaia dedicata alle bici succede che qualche automobile o motorino ti sfiori a velocità sostenute.   Naturalmente non sto parlando dei pescatori della domenica, quella è gente che sa vivere.

Non capisco. Vedo che ci sono tratti vietati alle auto e altri a trafffico promiscuo, ma possono passare tutti o solo chi è autorizzato? Chi controlla?

L’alzaiaultima modifica: 2010-11-01T00:13:00+01:00da civitatis
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “L’alzaia

  1. Condivido il tuo post, ho sperimentato spesso sulla mia pelle, percorrendo in bicicletta il tratto tra Certosa e Borgarello, l’imbecillità di alcuni automobilisti.
    Sarebbe opportuno che qualcuno se ne occupasse, ma chi?
    A chi compete il controllo e la manutenzione di queste strade? Sicuramente tra i frequentatori di questo blog ci sarà chi conosce la risposta e mi potrà illuminare.
    Grazie

    Marco

  2. Ma la Provincia di Pavia possiede un “corpo di polizia locale” che può occuparsi del controllo e ha la facoltà di sanzionare chi “sgarra?”. Oppure sono carabinieri e polizia di stato o ancora la polizia locale per il tratto di competenza del proprio comune? Chi mi risponde?
    Grazie

    Marco

  3. Buonasera Marco, mi permetto di rispondere alla sua domanda. Il rispetto dei limiti e divieti sono affidati come in tutti i comuni della Provincia di Pavia che vengono attraversati dalla strada Alzaia naviglio Pavese, agli organi di Polizia Municipale, oltre che alla Polizia e Carabinieri. Tanto è vero che il comune di Borgarello per il tratto di sua competenza, ha deliberato un progetto per l’installazione di un impianto di videosorveglianza, proprio per il rispetto di quanto detto sopra.

    Cordialmente

    Massimiliano Cozzi
    Consigliere Comunale

Lascia un commento