Gli amici della notte

Passeggiare nelle belle sere d’estate per le nostre strade può diventare un’esperienza decisamente difficile. Spesso non riesci neppure a gustarti in santa pace un buon gelato che subito senti sovrapporsi alla stracciatella il gusto di zanzara, simile al peperoncino, solo che lo senti ovunque tranne che sulla lingua. Allora imprechi, ti dimeni, ti gratti, ti agiti e pensi: “Possibile che non ci sia modo di stare sotto le stelle senza diventare donatore di sangue per insetti?”

Sì è possibile, forse. A Bereguardo (la Zelata) hanno scoperto la più grande colonia di pipistrelli d’Italia e magari di tutta l”Europa (circa 2000). Questi mammiferi notturni hanno proliferato in una zona del Parco del Ticino particolarmente integra dal punto di vista naturale, dove è situata una azienda agricola biodinamica (quella della Signora Crespi?). Sta di fatto che se vuoi bene alla natura, essa ti protegge e ti ripaga, attivando sistemi di equilibrio naturale preda-predatore.

Ora che ci penso devo proprio essere sfortunato perchè in 4 anni non ho mai visto un pipistrello a Certosa. Mi piacerebbe vedere anche nel mio paese qualche pipistrello, animale ingiustamente avversato da superstizioni. Pare che un solo esemplare sia in grado di mangiare fino a 2000 zanzare al giorno, la metà del suo peso corporeo. Accidenti, altro che piastrine, spray e repellenti.

Gli amici della notteultima modifica: 2010-08-01T00:37:00+02:00da civitatis
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Gli amici della notte

  1. Abitare in campagna riserva dei piccole disagi, ma la natura ci riserva sempre (se sappiamo rispettarla) anche delle bellissime sorprese.
    Personalmente ho approfondito l’argomento scoprendo cose molto interessanti ed anche utili.
    ATTENZIONE : la legge protegge i pipistrelli

Lascia un commento