La follia e il disprezzo.

In questi giorni a Certosa sono accaduti 2 episodi entrambi gravi anche se molto diversi. Mi riferisco alla sparatoria vicino al municipio e allo sversamento di liquami nel naviglio. Non voglio e non posso analizzare nel dettaglio questioni che non conosco ma certo, come Comunità, non possiamo far finta di niente. Non possiamo banalizzare la sparatoria dicendo che si tratta solo questioni fra nostri concittadini (il proprietario dell’hotel Certosa Lorenzo Ingenito e i suoi vicini, la famiglia Montagna) perché non siamo nel Far West. E’ pura follia andare in giro armati. Condanniamo la violenza come metodo per la risoluzione dei contrasti, sia essa praticata con le mani, con un bastone, una pistola o con una bomba atomica.

Ho pensato molto anche all’altra vicenda, l’offesa al nostro naviglio. In questo periodo dell’anno il sistema dei navigli è in secca per una serie di interventi sul naviglio grande e l’acqua che ancora è presente nel pavese è praticamente acqua stagnante. La circolazione dell’acqua corrente riprenderà dal 6 Aprile.   E’ difficile pensare che sia solo una coincidenza. In ogni caso chi ha compiuto tale gesto lo ha fatto in totale spregio delle regole e disprezzo verso la collettività che suo malgrado dovrà pagare la bonifica.

La follia e il disprezzo.ultima modifica: 2010-03-26T16:02:00+01:00da civitatis
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento