Un esempio da imitare

Dalle notizie di oggi: pare che dopo 4 trimestri di ribassi, da Gennaio vi sarà il primo rincaro nelle tariffe del gas nell’ordine del 2,8% . In effetti il prezzo dell’energia è sempre destinato ad aumentare in prospettiva.

In questo contesto cosa fa CENE comune della val Seriana? Punta ad azzerare le bollette elettriche per gli edifici pubblici (municipio, scuole elementari, medie, casa di riposo) con il fotovoltaico. Già oggi, grazie ad una stretta collaborazione con una impresa energetica della sua zona, risparmia il 50% dell’energia. I punti di intervento sono 2: l’utilizzo dell’energia solare con pannelli fotovoltaici per lo scambio con la rete elettrica e il controllo dei consumi attraverso sensori e centraline.

Spiega il Sindaco Cesare Maffeis, «costituisce anche una risposta alla crisi. In tempi di chiari di luna per i bilanci, bisogna puntare sull’innovazione. O ci facciamo furbi, o restiamo al palo». E poi aggiunge:«Ci sono zone in cui l’urbanizzazione è ancora un salvadanaio. Qui no. Un po’ perché come Lega siamo per la tutela del territorio, un po’ perché comunque di spazi da utilizzare senza fare scempi non ce ne sono»

Un esempio da imitareultima modifica: 2009-12-09T10:17:00+01:00da civitatis
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Un esempio da imitare

  1. Bell’articolo. Concordo sul fatto che “bisogna puntare sull’innovazione. O ci facciamo furbi, o restiamo al palo”. Aspettiamo che anche il ns. comune agisca al più presto, perchè dal fotovoltaico non si trae solo beneficio economico ma anche ambientale.
    Auguri a tutti e vivi complimenti sia per il blog che per il giornalino.

    Giorgio Gianini

  2. Bellissimo articolo, le strutture del nostro comune e della società in cui viviamo cambiano repentinamente,oggi ci troviamo davanti a due tipi di scelte:continuare in modo dilettantistico alla soluzione dei problemi energetici.oppure creare una comitato di neogreen eo persone incaricate a studiare il problema per poi sottoporlo ai cittadini.Complimenti per il blog che per il giornalino.

Lascia un commento