Le parole pesano come pietre

 

Su richiesta di alcuni cittadini mi trovo a dover rivedere la disciplina dei commenti in questo Blog. In particolare mi riferisco a quelli di Giovanni (06 Ottobre), di Ada (21 Ottobre) e di Red (25 Ottobre) che ho prontamente cancellato.

Proprio perchè Itinera Civitatis è un Blog libero, per evitare che di tale libertà se ne faccia abuso, a partire da oggi ognuno potrà continuare ad esprimere la propria opinione, come già detto, ma con un ulteriore limite oltre alla buona educazione. Non verranno più accettati commenti non firmati che riferiscono fatti o comportamenti non circostanziati, nè insinuazioni sulla moralità di terze persone, proprio nel rispetto di chi viene citato.


Per intenderci, ad esempio sarà cancellato un commento in cui viene detto che il sig. XY è un falso, un giuda, un ipocrita e chi più ne ha più ne metta, se:

  • 1° chi scrive non si identifica con gli altri utenti del Blog;

  • 2° non da motivazioni circostanziate di ciò che scrive;

  • 3° non dichiara di prendersene la piena responsabilità.

Confidando nella collaborazione di tutti, un invito a continuare a leggerci e a scriverci.

Curzio Bistrattin

Le parole pesano come pietreultima modifica: 2009-11-11T15:30:00+01:00da civitatis
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Le parole pesano come pietre

  1. Ho riletto un po’ di volte questa comunicazione del direttore perchè mi suona stonata. Mi piacerebbe che le persone che hanno avanzato critiche sul contenuto dei commenti scritti sul blog le renderessero note a tutti noi tramite ovviamente un commento sul blog, commento che abbia i requisiti richiesti per essere degno di essere inserito. Così posso imparare. Grazie.

Lascia un commento