Considerazioni semiserie sull’emergenza SMOG da traffico.

pianura smog.jpg

E’ il PM10 che ci costringe a misuraci con provvedimenti lungimiranti come le ormai famose domeniche senza auto. Sì perchè tutti sanno che la domenica, e dico proprio la domenica, l’aria è irrespirabile. Qualcuno sosterrà che gli uffici, le scuole e molte attività sono chiuse ma vuol dire che non immagina neanche lontanamente cosa sia il traffico della domenica: lunghe file di auto che vanno verso le città, caselli intasati, parcheggi selvaggi e chi non riesce a parcheggiare entra nei centri comerciali direttamente in auto. Si segnalano tamponamenti fra auto di lusso al reparto casalinghi dei grandi magazzini. Qualcuno disperato prende i mezzi.. ma sale sui tram direttamente con il suv.

Dunque giusto, fermiamo le auto di domenica, così possiamo vedere al TG la gente che pattina in mezzo alla strada. Ma solo qua e là, con moderazione come le medicine. Durante la settimana però è inutile osare con provvedimenti così stringenti. Limitiamoci solo ai vecoli più inquinanti come i famosi EURO 3 DIESEL! Trattasi di categoria ad alto impatto ambientale, se ne vedete uno, per favore segnalatelo alle autorità. Sono auto ormai vetuste, gli ultimi esemplari erano nelle teche dei concessionari nel lontano 2003-2004 quando ancora non esisteva l’acqua corrente nelle case e il ghiaccio veniva venduto in blocchi per le strade. Oggi non è più tollerabile respirare i gas prodotti da auto dotate di una tecnologia così obsoleta. Del resto anche il gamba de legn riposa nei musei.

Ah gli EURO 5 invece… ah che toccasana! C’è chi chi fa l’aerosol direttamente dai filtri antiparticolato.

Poi una novità assoluta, un avvenimento che verrà ricordato (e questa volta parlo seriamente) negli annali. Non era mai successo prima nella città di Milano e forse in Italia: il blocco totale del traffico, per tutti i mezzi a motore endotermico, compresi quindi anche gli ecologici GPL e Metano, insomma non c’è categoria EURO che tenga. E non la domenica dove colpiresti solo i pochi sfigati del week end, ma in settimana, a cavallo del ponte di Sant’Ambrogio-Madonna-S.Siro. Un provvedimento duro e senza precedenti che è stato fortemente criticato ma che, fosse solo anche per un semplice fatto di coerenza, apprezzo.

Inquiniamo? Sì tutti, chi più chi meno, se usiamo l’auto. L’ambiente è a rischio? Dobbiamo fare qualcosa di urgente? Ok allora tutti a piedi, non solo chi ha Euro 1 2 o 3 Diesel. Non prendiamoci in giro con sigle e siglette. Che bello, finalmente un po’ di coerenza.

Peccato, questo lampo di ragione è stato fugace, durato lo spazio di un paio di giorni, dopo di che si è ritornai al quotidiano blocco dei veicoli più inquinanti. Chissà magari non era un fuoco di paglia.

Buon Anno da Itinera Civitatis

Considerazioni semiserie sull’emergenza SMOG da traffico.ultima modifica: 2011-12-31T14:47:00+00:00da civitatis
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento