E’ come sparare sulla croce rossa

Stamane ho appreso che ieri sera, durante i festeggiamenti per la sagra di Certosa, sarebbe sparito dalla saletta dell’Oratorio un televisore con schermo piatto di grosse dimensioni. I ladri avrebbero approfittato della confusione uscendo dall’ingresso principale, a qualche decina di metri dall’altro ingresso dove entra il pubblico per la festa.

In questo particolare momento in cui l’attenzione generale è rivolta a fatti ben più gravi, è importante non far passare in secondo piano questo furto perché un danno al nostro oratorio è un danno a tutta la nostra comunità.

E’ come sparare sulla croce rossaultima modifica: 2010-07-20T18:50:00+00:00da civitatis
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “E’ come sparare sulla croce rossa

  1. Una volta alle manisfestazioni dovevano essere presenti due rappresentanti delle forze dell’ordine (carabinieri), non esiste più questa prassi?
    Tra l’altro mi pare che l’anno scorso il parroco fosse stato rapinato dell’incasso della festa. Sarè opportuno prevedere un servizio di vigilanza (volontari?) per la prossima manifestazione.
    Come Blog e Giornale non si potrebbe avviare una sottoscrizione per ricomprare il televisore?

  2. Personalmente durante le serate della festa ho visto la pattuglia dei Carabinieri fare giri di ronda nel paese, ho visto il nostro vigile coadiuvato da una pattuglia di Giussago, ho visto i volontari della Protezione Civile in servizio.
    Purtroppo forse non basterebbero i reparti dell’esercito schierati armati, ma non e’ questo l’obiettivo che si deve perseguire.
    Il controllo della vita sociale lo facciamo tutti noi con i nostri comportamenti quotidiani.

Lascia un commento