Consiglio Comunale 2a parte

Prosegue il riassunto.. Buona Lettura.

 

TERZO PUNTO ODG: STATO ATTUAZIONE PROGRAMMI ED EQUILIBRIO ECONOMICO

Sindaco: Da maggio/Giugno si ha un avanzo di 282.000€ da da consuntivo. Da ciò discende:

Istruzione: trasporti, pre-post scuola, mensa, centro cottura pasti, progetto musica, educazione motoria, stranieri (il comune si fa carico di far insegnare l’Italiano), insegnanti d sostegno, progetto “bullismo” in accordo con la prefettura di Pavia.

Parte così un lungo discorso generale su come le famiglie fatichino in questo periodo di crisi con disoccupati che si rivolgono al comune, aiuto affitti in parte con la regione e il sindaco dice che è da anni che il comune ci mette una pezza .

Associazioni: il sindaco dice che a Certosa vi sono 11 o 12 associazioni che l’amministrazione sostiene ricevendone in cambio aiuti (“attività meritorie”) e fa l’esempio dell’Auser che accompagna gli anziani.

Peressini: Come mai l’associazione Over 40 e 50 non è sul sito del comune?

Sereni: E’ stata una dimenticanza, Zanella o noi ci siamo dimenticati ma provvederemo al più presto.

 

Opere Pubbliche:

Sindaco: Asfaltati via Togliatti e Berlinguer, ciclopedonale cimitero Cascine e Torriano. Completata piazza a Samperone e spostata rotonda senza spendere una lira.

Completato ponte e semaforo di via Dante e ciclopedonale del PRRUST.

Sezione staccata materna (con tutti i bambini più 2 da fuori), il nido non è pieno, noi pensiamo al futuro… E questo in 2 mesi, aperto Lunedì, soddisfatti i genitori, l’abbiamo arredata e in più paghiamo gli insegnanti. A Ottobre Gelmini permettendo chiediamo la statalizzazione.

Realizzato parco giochi in via Libertà. Migliorie a progetto Palestra che consistono in impianto acustico e termico senza aggravio di spese (risparmio addirittura di 150.000€).

 

Parla poi di regolarità tecnica e parere favorevole da parte del revisore dei conti.

 

Sereni: Progetti scolastici condivisi con gli insegnanti; sportello di ascolto quasi completamente finanziato dal comune . Ha riscosso molto successo da parte dei genitori. Vorremmo confermarlo ma abbiamo problemi con gli stipendi degli insegnanti.

Massolini: Vi è una quota data a comuni aderenti di 1.400€ ma 8.000€ solo dal comune di Certosa e non sappiamo se ci riusciremo anche l’anno prossimo. Ci sono mediatori culturali e sportello affitto. La regione non finanzia tutto. Parte il servizio civile con un volontario.

Finanziamo il giornalino dei ragazzi, stamparlo costa, chiederemo finanziamento a Provincia.

 

Sereni: Vi è poi il servizio museale e le giornate all’interno della basilica.

 

Peressini: I volontari del servizio civile sono pagati dallo stato?

Sereni: Vi è una quota di adesione del comune di 4.000€

Peressini: Il giornale dei ragazzi è finanziato in base a un numero solo?

Massolini: Il progetto comprende la mediazione culturale e in parte il giornalino (La voce di Certosa).

Liberali: Fra le diverse alternative si è deciso per il Giornalino.

Cozzi: Lodevole iniziativa il giornalino, ma se non arriva il finanziamento il progetto va avanti lo stesso?

Massolini: Magari può andare on-line, esiste anche un giornale del comune.

Sindaco: ..così eliminiamo il costo della stampa e chi è interessato se lo scarica. Eviterei spese inutili e lo metterei sul sito del comune.

Cozzi: Sig. Sindaco Cosa mi dice delle piste ciclabili per quanto riguarda la manutenzione?

Sindaco: Di quella del Prust adesso che la ditta ha finito se ne fa carico il comune con il trattorino e le lame a lato. Poi gli stradini potranno tenerla. Con il freddo che viene basta un taglio.

Purtroppo per quanto riguarda la manutenzione del viale da parte della provincia è scadente. I polloni sugli alberi sono da tagliare. Abbiamo proposto una convenzione a Poma: loro ci danno un contributo del 70% e noi ce ne facciamo carico anche mettendoci i soldi. La provincia non ci sente ma noi torniamo alla carica. L’anno scorso il comune ha anticipato i soldi. Abbiamo anche 30 piante da abbattere, abbiamo i progetto.

Cozzi: Ma avete scritto alla provincia?

Sindaco: Noi non facciamo richieste scritte. Così vanno i rapporti fra enti…io chiamo. Stai tranquillo adesso inizieremo a scrivere perchè fanno più presa gli articoli dei giornali. Tu (Cozzi) sei di Forza Italia, ricordaglielo tu a Poma.

Il viale della Certosa è uno scandalo come la rotonda di Torriano e non se ne accorgono solo loro (provicia).

La pulizia del viale è un’opera che deve fare la provincia, non glielo devo dire io (alla provincia). La prima parte la facciamo noi.

Gliel’ho scritto il progetto botanico per sostituire le 30 piante costato 5.000€. Lui niente.

Vittorio Poma qui si è preso degli impegni che non ha mantenuto.

Il trasporto pesante sul viale lui sosteneva che fosse di competenza del sindaco, non è vero tanto che lo ha fatto lui.

Cozzi: Ho contato più di trenta mezzi pesanti che ogni mattina percorrono il viale. Chi vigila il rispetto del divieto?

Sindaco: carabinieri, polizia stradale e vigili. Anche se la provincia ha messo i cartelli in certi posti…richiamati da noi hanno dovuto rifare i cartelli. Un cartello va messo davanti a tutti gli incroci e le strade; perciò è impossibile dare le multe.

Un consigliere di maggioranza precisa che la provincia ha constatato che i cartelli non erano a norma e li sta rifacendo.

Cozzi: A verbale

Navoni: Il comune da semplicemente i soldi alle associazioni o si accerta che svolgano il loro compito?

Sindaco: I contributi alle associazioni vengono dati in base a convenzioni o in base a programmi.

Per la prima volta abbiamo delegato un consigliere alle associazioni (Goi) e uno allo sport.

 

Votato dalla maggioranza con l’astensione dei consiglieri di opposizione.

 

 

QUARTO PUNTO ODG: Adeguamento per collaboratori esterni in base alla modifica dell’art.7, comma 6 del D.Lgs.165/2001 sui contratti di collaborazione (Decreto Brunetta).

Data la tecnicità del tema, da parte dei partecipanti non vi è stato alcun intervento. Approvato.

 

al più presto la terza ed ultima parte.

Consiglio Comunale 2a parteultima modifica: 2009-09-27T00:03:00+02:00da civitatis
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento